L’Appello dell’Infoibato

 

Se trovate uno scheletro

legato con il fil di ferro

ad un altro scheletro

legato  ad un altro scheletro

e a un altro ancora,

quello sono io.

Non cercatemi in un posto qualunque,

in un fosso o in una buca.

Io giaccio

in quei recessi profondi e contorti

che in vita chiamavo foibe.

Avvolgetemi in un drappo bianco

E restituitemi ai miei cari,

alla mia Patria e alle cose di Dio.

Non odio nessuno e perdono tutti.

Solo un’ultima cosa vi chiedo:

aprite gli occhi dei vostri figli

sulla verità!

Cagliari marzo 2004

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,


Lascia un commento

Codice di sicurezza: