Archivio Dicembre 2014

Dal Capitolo 2 del Vangelo secondo Luca

VV 21-35

 Circoncisione e Presentazione del Tempio

 

Ogni primo maschio della nazione”

-         così è scritto – “sarà sacro a Jahwèh!”

Al tempo della purificazione,

 

dunque, giusta la legge di Mosè,

Giuseppe e Maria al Tempio Gesù

Condussero in offerta a Chi in Cielo   è!

 

E per donargli, in obbligo e virtù

Una coppia di tortore o colombi,

secondo quanto usavan le tribù!

A Gerusalemme, vecchio di lombi,

stava Simeone, giusto e timorato,

 

al quale di non vedere i piombi

della morte,  era stato  preannunziato,

prima che avesse visto il Messia

e che Israele fosse  confortato!

Mosso dal Santo Spirito, la via

 

del Tempio, mentre l’offerta adempievano

i due  dell’antica legge giudìa,

ei prese e giuntovi,  benedicevano

 

Iddio le sue parole,  abbracciando

Quella Luce nella Quale  vedevano

I suoi occhi le genti illuminando,

Per la gloria del popolo Giudeo,

la salvezza che andava preparando

 

ad ogni popolo.  “Or che mi beo

di cotanto, secondo la Parola,

lascia che vada in pace,  Santo Teò’,

 

il Tuo servo!” Ancor si sente e  vola,

nelle orecchie stupite di Maria,

la voce di Simeon, cui disse sola:

 

“ Di molti uomini  in questa terra mia,

per la rovina e la  risurrezione

Egli è, segno di forte discrasia,

 

perché esprimano rivelazione

i pensieri di molti animi e cuori!

Ed anche nel tuo cor dello schidione

 

Udrai della Sua carne  i molti  fori!”

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quest’anno, i coetanei del mio paese, hanno organizzato la festa dei sessantenni. Io avevo disertato la prima della serie: quella dei 50 anni. In questa occasione ha prevalso la nostalgia. Avevo voglia di tuffarmi nel passato, nei ricordi d’infanzia, trascorsa in gran parte al mio paese. Avrà sicuramente influito nella mia scelta anche la morte recente del mio fratello maggiore, al quale ero molto legato e alla cui memoria ricollego significativi ricordi del passato.

La festa si è svolta in un rinomato ristorante, a pochi chilometri dal mio paese. Eravamo un centinaio, circa. Il menù era grandioso. Dopo pranzo un animatore ha ravvivato il pomeriggio con il karaoke e con i balli di gruppo.

E’ stato bello rivedere quei vecchi compagni di scuola. Molti non li vedevo da mezzo secolo. Fa un certo effetto. Ho considerato una cosa: rivedere i vecchi amici del tempo andato è un po’ come guardarsi allo specchio. Non vedi degli anziani, ma bensì degli ex ragazzini.

Mi ha colpito anche un’altra cosa: in alcuni di loro mi sembrava di vedere i loro padri. Erano come dei cloni, e la loro visione mi riportava indietro di cinquant’anni. Incredibile!

Che grande mistero è la nostra vita!!

A volto mi chiedo: ma dove sono i 100 miliardi di persone che ci hanno preceduto sulla terra? Possibile che sia tutto confinato nei miei ricordi? Possibile che di que 100 miliardi sopravvivano soltanto quelle poche migliaia di esseri viventi le cui esistenze si sono incrociate con la mia?

A un certo punto mi ha assalito una vena di malinconia: è stato quanto Tore S. ha chiesto un minuto di silenzio per i ragazzi del 54 assenti perché il loro viaggio sulla Terra (o questo giro sulla Terra se siete Buddhisti) ha chiuso il suo cerchio materiale.

Allora non ho potuto fare a meno di considerare che, statistiche alla mano, i 3/4 della nostra vita (e forse anche più) se n’erano già andati; e che adesso ci aspettava il quarto meno divertente. Sarà per questo che si fanno più numerose le feste di ricorrenza anagrafica?

Poi ho voluto risalire la china, spazzando quel velo pernicioso di tetra malinconia.

Mi sono consolato pensando a ciò che diceva  Trilussa della scienza statistica: se la vacanza annuale che la statistica assegna  ad ogni italiano non rientra nelle spese tue, vuole dire che c’è qualcuno che di vacanze all’anno se ne fa ben due!!!.

Auguri a tutti di Buone Feste!!!!

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Dal Cap. 2 del Vangelo secondo Luca

VV 1-14

NASCITA DI GESU’

Cesare Augusto ordinò per decreto

Che di tutta la terra un censimento

Si facesse! Giuseppe, quieto e lieto,

a registrarsi nel borgo di Iesse,

padre di  re Davide, che in  Giudea

aveva luogo, ordunque si diresse

verso Betlemme dalla Galilea,

con Maria sua sposa matura  incinta!

I giorni del parto quivi essa avea

Completati  e, dalla stanchezza vinta,

poiché non si trovava alloggio alcuno,

in una mangiatoia fu sospinta

dove, senza l’aiuto di nessuno,

al figlio primogenito diè luce!

Avvolgerlo e deporlo fu tutt’uno

In fasce ed in pastoie che di un Duce

Erano indegne per sicuro! In quella

Regione, onde  sottrarre il gregge al truce

Lupo, alcuni pastori a sentinella

Stavano. Un Angelo del Signore

Si presentò davanti a loro nella

Notte, avvolgendoli di lor fulgore!

Quelli furono presi da spavento.

Ei disse: “Non abbiate alcun timore!

 

Ecco, annunzio al popolo un lieto evento.

Nella città di Davide oggi è nato

Cristo Signore, Salvezza e Portento!

 

Questo è per voi il segno che Egli vi ha dato:

troverete un bambino in fasce avvolto

che giace con due ruminanti a lato

 

in una mangiatoia!” All’ascolto

tosto si udì l’esercito celeste

gloriare Dio l’Altissimo che molto

ama i suoi figli e della pace è teste!

Andaron senza indugio quei pastori

E fecero ai tre santi giuste feste!

Ne furono sorpresi gli uditori

Mentre Maria serbava per sua parte

Tutto l’occorso in cor! Come i latori

alati gli avevano detto, ad arte

fecero quei pastori ritornando,

come ogni storia narra e si diparte

glorificando Dio e Dio lodando!!!

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Mentre l’anno 2014 sta per andarsene, sperando che chiuda definitivamente un ventennio da dimenticare,  mi viene  in mente

uno dei  tormentoni di questo secondo, sciagurato ventennio della storia d’Italia : “I dipendenti pubblici sono tutti dei fannulloni”.

Premetto che odio le generalizzazioni, la superficialità e le rivalità tra le classi sociali (mi ricordano un’ideologia perniciosa che, seppure forse elaborata in buona fede e con buone intenzioni, nella sua pratica applicazione, tanti disastri e troppi lutti ha portato in Europa).

Voglio invece rendere pubblicamente merito ad alcuni dipendenti dell’Agenzia delle Entrate di Cagliari con i quali sono entrato in contatto per il disbrigo della pratica successoria relativa ad un mio fratello recentemente e prematuramente scomparso e, in particolare, ai dipendenti che prestano servizio nella cittadella finanziaria di Cagliari 1 e di Cagliari 2 che lavorano in via Santu Nicolau.

In questi mesi mi sono dovuto recare in loco parecchie volte ed ho potuto apprezzare la loro pazienza, la loro disponibilità e la loro attitudine professionale.

Non ho potuto fare a meno di pensare che questi validi dipendenti hanno il contratto ormai bloccato sin dal 2008.

E che sono stati tacciati di essere dei fannulloni dai rappresentanti di una classe politica inefficiente e infedele.

Ma io mi domando e dico: chi sono i veri fannulloni? I dipendenti pubblici o i loro datori di lavoro, cioè i rappresentanti dello Stato,delle Regioni e dei Comuni?

Tag:, , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Dal Capitolo 1 del Vangelo secondo Luca

VV 28-36

-         “Ave,  Maria, che di grazia sei piena

il Signore è con te” – disse Gabriele

ad una vergine, mentre serena,

secondo i consueti usi  di Israele

operosa  attendeva il compimento

della promessa delle antiche stele,

che a conclusione del fidanzamento,

portava  alla carnale conoscenza

dello sposo. E fu nel turbamento

che Maria si chiedeva quale scienza

avesse un tal saluto. – “ Non temere”-

le disse il messaggero di Sapienza

-“ Maria, perché tu dovrai avere

un figlio, al quale  Tu darai la luce

e il nome di Gesù l’Emmanuele,

 

pur noto qual Figlio del Sommo Duce

e sarà grande per Sua volontà!

Per sempre la via, che al trono conduce

 

Del Re  Davide,  Dio Gli assegnerà!”

-         “ Non conosco uomo! Ciò è impossibile?”-

esclamò Maria, pura  in verità!

L’Angiol rispose: -“ Lo Spirto Mirabile

Scenderà su di te e la Sua scia

Di Eterna Santità sarà estensibile

 

Su te, grazie all’Altissimo, Maria!

Colui che nasce da te  sarà Santo:

sarà chiamato figlio di Dio. Pria,

 

anche di Elisabetta un nero manto

dicevano che avesse nel suo  seno;

adesso  d’aver concepito ha vanto

 

Questo dei nove è il sesto mese almeno

per quella tua vecchia parente!Nulla

è per il Signore Jahwèh alieno!”

Quindi  Maria gli rispose: – “La culla

sia pronta per la serva del Signore!

Avvenga dunque ciò che hai detto sulla

 

Mia maternità, me lo  dice ‘l cuore!”

E l’Angelo partì quindi da lei!

Se hai letto sino a qui , o mio lettore,

sappi che  solo a metà strada sei.

Inoltre devo dirti per chiusura,

che nella Bibbia trovi assai più bei

accenti che dell’anima son cura.

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dal Capitolo 17 del Vangelo secondo Matteo

VV 10-13

Domande degli Apostoli

    Più tardi si domandavano cosa

Mai volesse dire che Egli dai morti

Sarìa risuscitato. La spinosa

e annosa quaestio, per saperne i torti

e le ragioni, venne sottoposta

A Gesù in termini chiari e forti.

-“ Perché gli scribi dicono che vi osta

La venuta di Elia?” Gesù rispose

Scettico: – “ Sta pure scritto che tosta

Sarà la sorte Mia! Han fatto cose,

proprio al profeta Elia quando era in terra,

tante quante han voluto e dolorose

giusto gli scribi! Lo dico e non erra

su tali dolori il Libro dei Re!

Così anche il Figlio dell’Uomo, guerra

Subirà dai nemici di Jahvèh!”

Quei discepoli dalla corta vista

Compresero, ma io non so perché,

Che Egli parlasse di Giovan Battista!

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dal Vangelo secondo Luca

Capitolo 1 – VV 26-35

L’Annunzio a Maria 

I

-         “Ave,  Maria, che di grazia sei piena

il Signore è con te” – disse Gabriele

ad una vergine, mentre serena,

secondo i consueti usi  di Israele

operosa  attendeva il compimento

della promessa delle antiche stele,

che a conclusione del fidanzamento,

portava  alla carnale conoscenza

dello sposo. E fu nel turbamento

che Maria si chiedeva quale scienza

avesse un tal saluto. – “ Non temere”-

le disse il messaggero di Sapienza

-“ Maria, perché tu dovrai avere

un figlio, al quale  Tu darai la luce

e il nome di Gesù l’Emmanuele,

 

pur noto qual Figlio del Sommo Duce

e sarà grande per Sua volontà!

Per sempre la via, che al trono conduce

 

Del Re  Davide,  Dio Gli assegnerà!”

-         “ Non conosco uomo! Ciò è impossibile?”-

esclamò Maria, pura  in verità!

L’Angiol rispose: -“ Lo Spirto Mirabile

Scenderà su di te e la Sua scia

Di Eterna Santità sarà estensibile

 

Su te, grazie all’Altissimo, Maria!

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

L’ultimo film di Woody Allen, come il titolo lascia intuire, parla di magia. Il film inizia appunto con uno spettacolo di magia che si svolge in un teatro di Berlino nel 1928. Alla fine dello spettacolo teatrale il mago(il bravo Colin Firth), che si è’ esibito sotto le finte spoglie di un mago cinese, viene raggiunto da un suo amico e collega, il quale gli chiede aiuto per smascherare una sensitiva americana ( ruolo interpretato dall’attrice Emma Stone) che, ostentando poteri soprannaturali, abbindola facoltosi miliardari in cerca di esperienze ed emozioni extrasensoriali. In realtà si tratta però di una trappola che l’infido collega ha teso per invidia all’amico, molto più bravo e più famoso di lui. Il film si sviluppa così in una trama ben congegnata, attraverso dei dialoghi sempre efficaci e immediati, nello scenario di una Francia del Sud avvolta in costumi e musiche d’epoca di sicuro fascino. Proprio nello scenario della Costa Azzurra si celebra la beffa in danno del mago arrogante e scettico che finirà per convincersi dei poteri della brava Emmma Stone (Sophie Becker nel film). Ma le schermaglie ricorrenti tra i due personaggi principali (il mago inglese e la sensitiva americana), come nella migliore tradizione letteraria anglofona (mi sovvengono la shakespeariana bisbetica domata e il Pigmalione di GB Shaw) si acquieteranno nell’abbraccio amoroso che segna la fine del film. Complessivamente un bel film, brioso e scorrevole, romantico e impegnato, dove il confronto tra il materialismo razionale e la metafisica pseudoreligiosa e’ avvolto in una cappa di leggerezza che niente toglie all’enorme rilevanza dei temi in gioco. Se proprio un difetto si vuol trovare a questa pellicola del regista americano sono le citazioni ingenuamente didattiche (Freud, Darwin, Nietsche, Dickens, Hobbes) che sconfinano nell’errore marchiano quando uno dei personaggi (forse lo stesso mago) citano il Vaticano, dimenticandosi che la Città del Vaticano nasce nel febbraio del 1929 in seguito alla firma dei Patti Lateranensi tra lo Stato Italiano e quello che residuava dello Stato Pontificio, una volta rimosse le macerie di Porta Pia.

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dal Vangelo secondo Matteo

Capitolo 9 – Vv 35-fine

Gesù andava per ogni città

E per ogni villaggio predicando

E curando ogni malattia e infermità!

Insegnava il Vangelo ed osservando

Le folle, ne provò gran compassione,

perché erano sfinite come quando

un gregge sia senza guida e bastone!

Allora disse ai discenti: – “ Pregate

Perché alle folti messi del padrone

Molte più maestranze siano mandate!”

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »