Archivio Aprile 2007


Se Isaia fosse stato miracolosamente sbalzato in uno scenario rock degli anni ’60, e accompagnato dalla chitarra avesse recitato questi versi, sarebbe stato fuori contesto?

Udite, voi, signori della Terra!
Voi che d?armi e uomini a tutto tondo
Avete in folte schiere per la guerra,

con cui vorreste dominare il mondo!
Bramate il potere, il danaro, gli ori,
la sete di ricchezza senza fondo!

Ed ogni fama, ogni gloria, gli onori!
Guai, gente carica di iniquità!
A che vi servono quegli offertori

E quei gesti di finta santità?
Perché calpestate i luoghi a Lui santi
Mischiando delitto e solennità?

Voi, giudici che strisciate davanti
a uomini senza alcuna giustizia,
ed opprimete le vedove e quanti

da esse son nati; l?impudicizia
ha già devastato il vostro paese;
dalle piaghe del corpo la sporcizia

sgorga libera da fasce distese;
le vostre mani grondano di sangue,
le vostre città son dal fuoco accese!

La testa è malata e il cuore vi langue!
Su, ite a discutere col Signore
Ed il vostro peccato sarà esangue,

se docile sarà il vostro cuöre!
Così il Signore Dio vostro ha parlato
Per mezzo di Isaia suo servitore!

Versi tratti da Il poema della Creazione
di Ignazio Salvatore Basile

Tag:,

Comments Nessun commento »


Non è una lezione di enologia, amici bloggers, quella che oggi vi propongo ma, attingendo dal Vangelo di Marco, la prima di una serie di argute e colorite risposte di Gesù agli ipocriti del suo tempo. I sepolcri imbiancati non mancano mai in alcuna epoca!

-? Perché i discepoli di Giovanni
e quei di Sadducei e Farisei
fanno digiuno?? chiesero in quegli anni,

andando dal Cristo alcuni Giudei-
?mentre i discepoli tuoi non digiunano??
Disse lor Gesù: – ? Secondo voi, dei

Convitati a delle nozze, rifiutano
Il cibo quand?è con loro lo sposo?
Finchè è con loro invero si cibano,

ma quando verrà ?l giorno doloroso,
e amaro in cui Lui sarà loro tolto
digiuneranno! Sull?abito roso,

qualcuno potrà esser così stolto
da applicarvi un panno di valor grezzo,
sicchè tutto l?ordito ne sia sciolto?

E chi il novello vino mesce in mezzo
Ad otri vecchi,
non si prende il rischio
Che l?un si sfasci o l?altro vada in ?lezzo?

Meglio sarà dunque evitare il mischio
E il vino novo sia negli otri novi!?

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »


Come già preannunciato, amici bloggers, ecco alcuni versi tratti dalla mia opera “Il Poema della Creazione” ispirati ai Libro del Levitico e del Deuteronomio in materia di norme giuridiche.

Disse ancora il Dio Signore a Mosè:
“siate santi nelle cose terrene
75. ed in quelle che riguardano me;
se non vuoi incappare nelle pene
rispetta sempre la legge qual è;
quella legge che le tavole ha piene,
oltre a quei dieci che già ti son noti,
80. non mangiare sangue, non far magìa,
[rammentati sempre dei voti].

Non essere iniquo o falso in giudizio.
Non essere astioso con tuo fratello.
Non andare con le donne di vizio.
Al Signore immolerai un torello.
85. Non passare la tua vita nell? ozio.
Non sarà di due tele il tuo mantello.
Non prestare il tuo denaro a interesse,
ricorda Pasqua, i tributi, le feste
[ il settimo anno non ci sia messe]“.

Tag:, , ,

Comments 3 Commenti »


Carissimi amici internauti, bloggisti, lettori, scrittori, webbers (e affini, aggiungerebbe il principe De Curtis, in arte Totò), sono stato a Roma e guardando la volta della Cappella Sistina, ho notato che i primi sei affreschi di Michelangelo comprendono i primi tre capitoli della Genesi.
In particolare il sesto illustra la storia del peccato originale e la cacciata dal Paradiso Terrestre. Quando, con molta umiltà, vi ho presentato la “Creazione del Mondo” è rimasta fuori dal ciclo biblico proprio la cacciata di Adamo ed Eva.
Rimedio oggi con un bentornato a tutti coloro che sono appena tornati dalle ferie pasquali.

La cacciata dal Paradiso Terrestre

S?accorsero così nei loro cuori
D?essere vergognosamente ignudi
Ed intrecciando foglie con i fiori,
in guisa che fungessero da scudi,
si cinsero a coprir tutti i rossori!
?Dove sei Adamo? Perché mi eludi??
chiëse a chi la vita avea donato
il Padreterno. Confermò la donna
[che a causa del serpente avea mangiato.]

Infatti disse il Signore al serpente:
?Per ciò che hai fatto sii tu maledetto;
siilo più d?ogni bestia repellente,
d?ogni animal selvatico o corretto;
e mangerai la polve eternamente,
strisciando sul tuo ventre e di arti inetto!
Ti schiaccerà la testa poi, la donna,
che ti sarà nemica ed il calcagno
[le insiederai sotto la gonna".]

Disse alla donna: ?Moltiplicherò
i tuoi dolori e ne partorirai;
e verso tuo marito orienterò
l? istinto, ma non lo dominerai!?
Disse invece all?uomo: ? Maledirò
il suol per causa tua! Cibo trarrai
d?esso in eterno duolo; mangerai,
e con sudore, il pane della terra
[donde vieni e dove tornerai.]”

E sin da allora è sbarrata la via
che conduce all?albero della vita,
come Dio disse dell?uomo: ?Non sia
che egli mangi quel frutto
ed infinita
divenga la sua vita”; a custodìa
vi pose i cherubini dall?ardita
fiamma folgorante, ad est del Giardino
da dove scacciò l?uomo malandrino.

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »


Carissimi bloggers, in questo giorno specialissimo, si conclude il nostro viaggio nel libro di Marco Evangelista! Grazie per avermi accompagnato e spero di ritrovarvi quando tornerò a proporvi ancora i versi che la lettura del Libro dei Libri mi ha ispirato in questi ultimi dieci anni ! A presto!

Capitolo 16°VV 1-8

Risurrezione di Gesù

- ? Non abbiate paura, voi cercate
Gesù di Nazareth, Il Crocifisso!
Non è qui, è risuscitato; andate

A dire ai Suoi discenti che Egli è gisso
In Galilea;colà sarà veduto
Come Egli vi ha detto!?-. Né più prolisso,

né men loquace, il giovane seduto
dentro al sepolcro aperto di Gesù
fu colle Sue donne, che avrian voluto

fare su di Lui le unziöni più
usuali. Era il primo giorno dopo
il sabato che andarono laggiù

le due Marie, con Salòme, allo scopo
di compiere quell?uffizio predetto
con gli unguenti profumati all?isòpo!

Le donne tennero un riserbo stretto
Sull?accaduto di quella mattina,
per la paura di ciò che ho già detto!

VV 9-18
Apparizioni di Cristo Risorto

Essendo apparso prima a Maddalena,
dalla quale aveva cacciato sette
demoni, la donna andò, non appena

Lo vide, a dirlo ai Suoi! Non le credette
Nessuno, anche se aveano il cuore in ploro !
Dopo questo Gesù se ne ristette,

sotto altro aspetto, con due di costoro
che erano in marcia, e con parlar compunto,
nella campagna! Ma quando essi, ai loro

compagni riferirono l?assunto,
quelli non ci credettero però!
Infine apparve al gruppo che, congiunto,

era a mensa e tutti li rimproverò,
per il loro atteggiamento di date
incredule. Poi gli disse : ?Non ho

da dirvi niente altro che questo: ?Andate
in tutto il mondo, e che sia predicato:
il mio Credo, a vostra volta, insegnate!

Chi crederà e sarà battezzato
Sarà salvo! Ma ben tristi spettacoli
Vedran coloro che non han prestato

fede al Vangelo! Ed ecco i miracoli
che faranno quei che son confidenti:
cacceranno i nemici dei celicoli

in nome mio; prenderanno serpenti
con le mani; saran parlanti a sciale
con chiünque nel mondo e, se bibenti

mortiferi, non ne avranno alcun male;
le loro mani sapranno tenere
sugli ammalati, guarendo ogni strale!??

Il Signore Gesù, dopo d?avere
detto ai discepoli ciò che ho narrato,
sale al Cielo dal Padre e sta a sedere

per tutta l?Eternità al Suo lato,
mentre i discenti vanno ad insegnare
per il mondo il Suo divino dettato

di Verità, e col Suo aiuto a dare
Fede, Speranza e Carità in eterno!
Ciò che qui ho voluto raccontare

L?ho fatto a gloria del Dio Superno!
E se qualcosa di buono il lettore
Vi ha trovato, sia lode al Padreterno

Che ha guidato i sentieri del mio cuore!

Tag:, , ,

Comments 1 Commento »


So benissimo, carissimi bloggers, che i miei dieci affezionati lettori sanno già chi sia questo illustre personaggio giudeo e come egli si inserisca nella storia di Gesù! Non di meno, credo che Giuseppe d’Arimatèa non abbia avuto tutti i riconoscimenti che gli spettano per quel che ha fatto, in un momento in cui Gesù sembrava veramente l’ultimo degli ultimi! A presto!

Essendo già sopraggiunta la sera,
un certo Giuseppe d?Arimatea,
membro distinto del Consiglio, che era

speranzoso anch?ei nella fede ebrea
predicata da Gesù Cristo, dato
che era prossima la festa giudea

(l?indomani infatti sarebbe stato
Sabato di Pasqua), venne in città
E si presentò dinanzi a Pilato.

Sprezzante del rischio e d?ogni viltà
Gli chiese di dargli il corpo del Cristo!
Nel dubbio che non fosse morto già

Chiese al Centurione s?avesse visto
L?evento e, udito che tal L?avea scorto
Coi suoi occhi, diede a Giuseppe il visto!

Egli, avendo scavato in un suo orto
Una roccia, per farla a sepoltura,
vi depose il corpo di Gesù morto,

non prima d?averLo avvolto con cura
in un candido lenzuolo comprato
ad hoc! Ei sigillò, come chi mura,

perché mai più l?interno sia mostrato,
il selpocro di Gesù con un masso!
E tutto dalle donne fu osservato!

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »


Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?
Questa, carissimi bloggers, è la traduzione dall’Aramaico, della frase gridata da Gesù in Croce, nel momento supremo del dolore, e che dà il titolo al mio post del Venerdì Santo: Grazie Gesù, grazie di cuore per tutto quello che hai fatto per me!

Dopo averLo schernito Lo spogliarono
E Gli rimisero addosso le vesti.
Lo condussero fuori e prepararono

Per crocifiggerLo! Fra tanti testi
Che osservavano Gesù sul sentiero
Del Calvario, tutti atterriti e mesti,

vi era un certo Simone, uno straniero
della Cirenaïca, fu costretto
a prendere la Croce, chè davvero

Gesù, sotto quel peso, sul Suo petto
Era caduto già più d?una volta,
fino in cima al monte, in un luogo detto

Golgota. Qui, dopo averGli disciolta
La veste, sulla quale poi i soldati
Tirarono la sorte, mirra sciolta

Nel vino, come usava ai condannati
Gli porsero, ma non ne prese! Era
L?ora terza quando gli acuminati

Chiodi, con penetrazione severa,
squarciarono le carni di Gesù!
La scritta sulla Croce era sincera:

- ? Il Re dei Giudei!?-. Chi l?ha messa giù,
forse l?ha fatta per ischerno! Ma
altri l?ha vista con sospetto! Su,

due ladri, hanno crocifisso insieme a
Lui: uno sta a sinistra, l?altro a destra,
adempiendo ciò che la Scrittura ha

predetto: ? E? stato messo tra gente estra
nel malaffare!? Nel frattempo quei
che passavano, peggio che balestra,

con la lingua Gli lanciavano dei
dardi che s?aggiungevano al dolore:
- ? Scendi dalla Croce!? ? E un altro: – ? Ehi,
-
dico a Te, che del tempio distruttore
Ti sei detto in tre giorni!?
- Anche i grandi
Sacerdoti, con sarcasmo e livore,

Lo sbeffeggiavano: – ? Tu, che comandi,
da Re d?Israele, scendi da lì!
Tu che hai salvato tutti i miserandi,

salva Te stesso e i ladroni, così
che vedendo, crediämo!?
Ma all?ora
nona Gesù esclamò: – ? Eloì,

lema sabactàni!?- Che per chi ignora
l?Aramaico, vuole dire: – ? Mio Dio,
perché mi hai abbandonato!?
- Allora,

uno di quelli presenti disse: – ? Io
dico che Egli chiama Elia!?- Un altro empio
corre, mentre già si ode il brontolìo

che sta per squarciare il velo del tempio,
mestte una spugna in cima ad una canna,
e, avendola empita d?aceto, scempio

alle labbra aggiunge, a Chi già s?affanna
nell?ora estrema! Infatti la mente
Sua, dopo un ultimo grido, s?appanna

Per sempre! Il Centurione, talmente
Fu colpito da quella morte strana
Che disse: – ? Quest?uomo era veramente

Figlio di Dio!?- Vi erano alla lontana,
alcune donne discoste, che avevano
Visto tutto, di quella scena insana!

Erano Galilee e L?assistevano,
in patria, ovunque, ed in Gerusalemme!

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »


Carissimi bloggers, eccoci al dunque: Gesù si avvia al Suo destino! Domani Egli morirà in Croce! E per di più tradito da un amico! Il mio cuore è triste in attesa del venerdì di sangue!

Or, mentre ancora parlava, arrivò
Giuda, uno dei Dodici, accompagnato
Da una turba armata, quanto si può,

Di spade e di bastoni, con mandato
Dei grandi sacerdoti, degli anziani
E degli scribi. Avea concordato,

Giuda, un segnale con quei scalzacani,
dicendo: – ? Quel che bacerò è Lui;
prendeteLo, legateGli le mani

ben forte e conduceteLo ai Suoi bui
destini!? Appena giunto, Giüda
si avvicinò e Lo baciò! Per cui

L?afferrarono e sulla pelle ignuda
Dei polsi, Lo legarono! Or, uno
Di quei di Gesù, la spada denuda

E colpisce con violenza taluno
Dei servi di Caifa con un fendente
Che gli mozza un orecchio! ? ? Opportuno

Parvi arrestarmi come un delinquente??-
disse loro Gesù. - ? Ogni giorno ero
In mezzo a voi, insegnando alla gente

E non mi avete arrestato! Ma è vero
Che devono adempiersi le scritture
!?
Allora, abbondonandoLo davvero,

tutti si squagliarono! Vi fu pure
un giovane che Lo seguiva avvolto
in un lenzuolo. Le loro premure

gli rivolsero gli sgherri, ma tolto
il lenzuolo si scoprì che era nudo!
Se ne scappò così, come fu colto!

Tag:, , , , ,

Comments 1 Commento »


Carissimi bloggers, quando cercavo Dio con la ragione, vedevo Gesù soltanto come uomo; non di meno, anche adesso, mi sono immaginato Gesù nella Sua dimensione umana: le terzine che seguono le ho prodotte in aggiunta e a complemento delle mie consuete traslazioni in versi, inserendole nel corpus del Vangelo di Marco. A presto!

In questo momento sono soltanto
Un uomo, nato nel seno materno;

non voglio e non posso darmi alcun vanto

di ciò che sono e sarò in eterno;
né da uomo ho parole per spiegare
chi veramente sia quel Padreterno

che solo gli Eletti potran guardare
nell?aldilà! Sento nella mia carne
il dolor che mi costa abbandonare

mia madre e gli affetti, ed amerei farne
a meno e nell?anima il tradimento
brucia dell?amico caro. Indarne

sataniche mire e ?l suggerimento
fraterno indicano la via di fuga!
Vegliate, miei discenti, che è il momento

Per voi di pregare e Tu, Padre, asciuga
Il mio sangue che cola e cola, giù
Per il mio corpo e l?anima denuda,

da ogni tentazione, del Tuo Gesù!
Sono qui, Verbo Incarnato, Espiatore
Per il riscatto dei peccati! Tu

Mi hai mandato, mio Signore e Creatore
Ed Io mi carico addosso ogni colpa!
Lo faccio per dovere e per amore

Verso l?umanità ed a discolpa
Delle offese arrecate al Padre mio!
Padre mio che sei nei Cieli, rimpolpa

Questo mio fragile coraggio! Dio,
Dio, che cosa ho fatto per meritare
Questo destino miserando e rio?

Non puoi far niente per farlo passare?
Ma sono soltanto un uomo! L?agnello,
la vittima predestinata a dare

la sua vita in sacrificio e a suggello
della Tua divina volontà! Vira
l?amaro calice che del fardello

purulento è siëro! Ma se l?ira
Tua solo si placa di tale guisa,
son servo Tuo ed il Tuo viso gira

pure, lunge da me! L?anima intrisa
di dolore e mestizia a Te l?affido,
al re dei principi infernali invisa,

perché Tu sei il suo approdo ed il suo lido!
Così sta scritto nell?antico testo
E su tale costrutto io non decido.

Così me n? vado solitario e mesto
A compier l?opra che mi hai affidata
E sarò in Croce, eterno manifesto

Per ogni tempo, sino a quella data
Quando i miei messaggeri con le trombe,
l?Annunzio che la nuova vita è nata

daranno sia a chi giace nelle tombe,
sia a chi è ?n piedi ancora sulla terra,
pei quali l?Ultimo Giudizio incombe!

E chi non presta fede, certo erra!

Tag:, , ,

Comments 3 Commenti »


Carissimi bloggers, questo proverbio mi è venuto in mente mentre mi accingevo a postare il brano che segue. Gesù, nel dichiarare che poteva distruggere il Tempio di Gerusalemme in soli 3 giorni, si riferiva in realtà al tempio del Suo corpo! Ma i farisei vollero intendere che Egli si riferisse davvero al Tempio di Gerusalemme, costruito dal grande Salomone in ben 40 anni( che comunque crollerà davvero sotto i colpi di Tito nel 70 d.c.)! Il brano che segue ci introduce decisamente alla Passione: la dichiarazione di Gesù costituirà uno dei capi di accusa che il sinedrio Gli muoverà per condannarLo a morte! A presto!

- ? Vedi tu questa grande costruzione?
Non vi resteranno due pietre insieme!?

Così disse, a chi con ammirazione,

vantava il Tempio di Gerusaleme,
Gesù! Quando si fu messo a sedere
Disse un dei quattro ammiratori: -?Preme

Maestro a noi chiederTi qual vedere
Sarà che questo sta per avvenire
e quando!?
Gesù parlò a dovere:

-? Figli di Giona, statemi a sentire,
e voialtri due Giacomo e Giovanni;
molti verranno in nome mio a dire:

? Sono io, il Cristo!? Che nessuno inganni
Anche voi, insieme agli altri! Ma quando
Voi sentirete, fra molti o pochi anni,

parlare di guerre o, rumoreggiando
udrete di guerre, non vi turbate.
Non ancora la fine sta arrivando,

anche se è necessario che sappiate
che il principio dei dolori saranno
guerre tra regni e stati e mareggiate,

crolli, carestie e ogni malanno!?

Tag:, , , , , ,

Comments 1 Commento »


Che bello questo episodio del Vangelo! Gesù ha un fascino particolare quando si comporta in maniera anticiconformista! E non guarda in faccia a nessuno! Io l’ho riletto così dal Vangelo di S. Marco! Spero che vi piaccia! A presto

- ? Andate via, briganti impenitenti!
Non è forse scritto che la mia casa
È un luogo di preghiera per le genti

di tutto il mondo? Voi l?avete invasa,
facendone tana di malaffari!
Via, massacanaglia, ciurma pervasa

dalla frenesia di affari e danari!
Al cortile dei Gentili del Tempio
Non si convengono commerci vari,

ma orazioni e silenzio!? Fece scempio,
Gesù, nel Tempio di Gerusalemme,
facendo alle parol seguir l?esempio,

d?ogni mercante che nel baïlamme
snaturava quel luogo sacro a Dio,
trattando ed ordendo negozi e trame

davvero indegne di quel luogo pio!
Essendo ciò venuto a conoscenza
Di scribi e grandi sacerdoti, il fio

Decisero, di quella riverenza,
a lor contraria, ma dai più gradita,
di fargliela pagar con la cruenza

di quell?atroce morte, poi patita
da Gesù Cristo Nostro Redentore!

Tag:, ,

Comments 3 Commenti »